Immagine di Testata

Settantasei anni fa si aprivano i cancelli di Auschwitz, e con essi i primi squarci su quella che si sarebbe presto rivelata la più grande tragedia dell'Umanità. Molti sopravvissuti hanno speso i loro ultimi anni a raccontare gli orrori vissuti, e a noi è stato assegnato il compito di tramandare le loro memorie, affinché quegli orrori non si ripetano.


Le memorie che il Teatrino di Don Giotto ci tramanderà quest'anno sono quelle di Etty Hillesum, ragazza ebrea olandese che ha lasciato la propria testimonianza di quei tempi bui nei suoi diari e nelle sue lettere.
La rappresentazione sarà sabato 30 gennaio alle 16:00 nella chiesa di San Francesco. Per il pubblico sarà disponibile unicamente in streaming sulla pagina Facebook del Comune.